Recents

08/07/18

"Le Dîner fantôme", J. Duquennoy, Albin Michel Jeunesse 2014

Le Dîner fantôme
TRAMA: Cosa c'è di meglio di passare una simpatica cenetta fra amici? 
Lo sa bene Henri che ce la mette tutta per deliziare i suoi ospiti con i suoi piatti unici e squisiti. Indaffarato nella cucina del suo castello, prepara tutto da sé, dall'aperitivo al dolce. 
I suoi amici, che sono ospiti ben educati e non lascerebbero mai il gentile Henri da solo a sistemare la cucina, si offrono di aiutarlo.  In un momento "alquanto particolare" della serata, si dividono i compiti: lavano e asciugano ogni piatto e bicchiere.
Sembrerebbe una situazione di normale convivialità se non fosse che, ospiti e ospitanti, siano in realtà dei bianchissimi fantasmi!

03/07/18

"Perché i moscerini sono sempre felici?", M. Viale, EDT-Giralangolo 2018

perché i moscerini sono sempre felici? EDT
TRAMA: Ah la felicità! Non è proprio a portata di tutti. 
Eppure i moscerini sembrano sempre soddisfatti. Per questo motivo, i personaggi del racconto si domandano il perché... Perché i moscerini sono sempre felici? 
Pagina dopo pagina, inseguendo il loro disallineato volo, vengono date alcune spiegazioni.
Il clima è torrido e loro non patiscono il caldo, il vento spazza via ogni cosa e loro rimangono compatti nel gruppo, la folla di gente è fastidiosa e loro non sono affatto seccati, il rumore è assordante e loro? Come a non sentirlo!
Quando sono stanchi si riposano, si godono i concerti, vanno dove vogliono e non temono la solitudine... Sarà per questo che sono sempre felici? Non resta che chiedere ai diretti interessati.

11/06/18

Le vostre domande: “Questo comportamento è espressione di un disagio?”

domande genitori due anni
Immagine tratta da "Parents"
Salve Ester,
Torno a scriverti. Mia figlia ha due anni e quattro mesi e da circa qualche settimana ho notato che si mette il dito in bocca come a rosicchiare/toccare qualcosa. Escludendo infiammazioni o denti in uscita (anche la pediatra l'ha vista) ho notato che lo fa quando è in situazioni di osservazione, tipo al parco se ci sono altri bambini oppure quando si annoia. Noi le diciamo di non farlo, che non si mangiano le unghie, tanto che a volte mi dice: “io non metto mano in bocca” se per esempio vuole andare al parco (anche se noi, per nostra scelta, cerchiamo di non creare ricatti tipo non andiamo al parco perché hai le mani in bocca o via dicendo).

19/05/18

"Il Grotlyn", B. Davies, EDT-Giralangolo, 2018

il grotlyn
TRAMA: In una cittadina di altri tempi, tra panni appesi e camini fumanti, misteriosi e inquietanti rumori disturbano le notti degli abitanti.
La piccola Rubi ha la coperta fino al naso quando sente una strana presenza - e suoni di passi - provenire dalla sua stanza. Chi sarà quell'essere che importuna il suo sonno?
Anche Sam si accorge che c'è qualcosa di strano. Mentre è in pausa con un panino tra le mani, viene colto da un improvviso impatto che lo lascia a dir poco sgomento.
Tutti lo sanno che si tratta del Grotlyn. Io potrei averlo visto, dichiaravano alcuni abitanti. Certo è che dopo il suo passaggio spariva anche una gran quantità di oggetti.
Di cosa si trattava? Chi era quella lesta creatura? 
La fine della storia svela l'arcano mistero. Il ladruncolo è una piccola scimmia con un buffo piano. 
"Ma non temere, sogna - rilassa le membra! Non tutto è sempre quel che sembra."

01/05/18

"Ti dono il mio cuore", P. van Hest, S. De Bruyn, Clavis 2017

ti dono il mio cuore
TRAMA: Probabilmente nella vita di ciascuno di noi esiste una giornata decisiva, quella che traccia la strada del nostro destino. 
Yuto, il protagonista del libro, trasportato dalla sua curiosità, entra un giorno in una bottega. All'interno c'è una particolare atmosfera e moltissimi strani oggetti. Tra questi, una semplice scatolina di legno richiama la sua attenzione. "E' il mio dono per te", gli svela l'anziano signore seduto dietro il bancone, come se lo stesse aspettando da tempo.
Tornato a casa prova invano ad aprire la scatolina. Il giorno seguente fa ritorno al negozio, non c'è più traccia del vecchio signore.
E' il suo settimo compleanno, dopo tanta attesa ecco un sogno rivelatore. Al risveglio Yuto trova la scatolina aperta. E' ora svelato il contenuto: un seme a forma di cuore.
Il bambino lo mette in un vaso. C'è ancora da attendere. Il seme diventa una pianta, poi un maestoso albero.

24/04/18

"Melìmelò" E "Robokids", i libri mischia-storie (EDT-Giralangolo, 2017)

Di trama in questi libri non ce n'è o forse ce ne sono almeno milleduecentoquarantatre!

Sono i due nuovi "fuoriserie" editi da Giralangolo. Due libri-gioco che permettono di combinare e ricombinare storie o immagini straordinarie. 
In entrambi gli albi le pagine sono sezionate in tre parti così da essere sfogliate e associate liberamente, per creare situazioni sempre diverse e sperimentare il piacere di una lettura interattiva.