Recents

03/02/18

"Super P", B. Leroy e J. Robben, Sinnos 2018

super P
TRAMA: Che forza i supereroi, sempre impegnati a salvare il mondo dai cattivi! Quale bambino non desidererebbe essere come loro.
Quando non sono occupati nelle loro strabilianti imprese, i paladini della giustizia si ritrovano nella "Super Palestra", un luogo dove mantenersi in forma e stare in compagnia.
Fra i nomi più noti, eccone uno piuttosto sconosciuto. Si tratta di Super P un delizioso ragazzino mascherato, dotato di un insolito superpotere.
La P del soprannome indica proprio la sua forza: un micidiale getto di... superpipì!
Starete sicuramente pensando: "Capirai, che potere sarà mai questo?".
Probabilmente nulla di strabiliante. Ma quando Orsetto, minacciato dall'abominevole Uomo delle Nevi, manda il suo grido di aiuto, nessun dei "grandi" supereroi è disponibile. 
Inaspettatamente, sarà proprio Super P e il giallo superpotere, a salvare... o meglio... a sciogliere la situazione.

27/01/18

"Cosa dovrei dire io?", A. Cascio, S. Olivotti, Sinnos, 2017

cosa dovrei dire io? sinnos
TRAMA: Nika e le altre scimmiette sono solite a deridersi l'un l'altra mentre giocano fra loro. La scanzonata compagnia si diverte da matti, finché Nika non viene toccata sul personale. Quando le dicono "orecchie a sventola" ci rimane proprio male.
L'elefante Bobo trova Nika triste in riva al lago. Nel tentativo di consolarla le fa notare come le sue orecchie siano decisamente più grosse e sporgenti. "E' proprio vero!", pensa la scimmietta... Ma poi, che dentoni ha l'elefante?
Ora e Bobo ad esserci rimasto male. Giunge a consolarlo il castoro Tiki che, come potete immaginare ha dei denti ben peggiori dei suoi. In più... ehi, ha la coda piatta come una focaccia!
Uno dopo l'altro, gli animali della foresta sono coinvolti in questa sorta di "catena della presa in giro" dove alla fine, la patata bollente, inizialmente passata da Nika, ritorna proprio alla povera scimmietta e alle sue orecchie a sventola.

11/12/17

"Case straordinarie", C. Becq, EDT-Giralangolo, 2017

case straordinarie
TRAMA raccontata semiseriamente dal piccolo Claudio: Qui è dove abitano le fate, dentro ai funghi. Ce ne sono alcune che stanno attaccando le bacche sull'albero (raccogliendo!).
Ora vedo una famiglia piccina. E' entrata anche una fata. Ci sono dei topi che stanno camminando, stanno facendo la cacca in giro e un signore la raccoglie.
Sotto il letto di un bambino c'è una casa delle api (minuscole creature simili ad insetti alati, generalizzate in api). Il bambino sta guardando la casa delle api e ci sono api femmine, api maschi e ci sono quelle che volano, quelle che giocano e quelle che ballano.
La famiglia di conigli è sotto il giardino ed è entrata una talpa che doveva andare dal dottore (davvero?!). E c'era pure un'ape (gli insetti di prima). Stanno mangiando, stanno scendendo dalle scale, stanno dormendo, stanno giocando ai pirati, si fanno il bagnetto, stanno litigando, fanno la cena, leggono i libri mentre fanno la pipì e... poi basta!

07/12/17

"La balena della tempesta in inverno", B. Davies, EDT-Giralangolo 2017

la balena della tempesta in inverno
TRAMA: L'estate prima il piccolo Nico aveva salvato, insieme al padre, un cucciolo di balena dalla spiaggia. Desiderava talmente tanto rivivere quell'incontro che, ogni oggetto avvistato in lontananza, diventava la speranza di rivedere l'amica portata dalla tempesta.
Quando l'inverno raggiunse l'isola, il padre di Nico partì per il mare nell'ultima pesca della stagione. Era ormai sera quando Nico, non vedendolo rientrare, si preoccupò. Quindi si vestì e andò alla sua ricerca.
Il mare era diventato una lastra di ghiaccio. La neve, sempre più fitta, nascondeva i colori del paesaggio. Nico proseguì a tentoni poi, finalmente, ritrovò la barca del padre. Dentro non c'era nessuno, era vuota. Spaventato si ranicchiò sotto una coperta.

29/10/17

"Pino ha perso le parole", G. Francella, Sinnos, 2017

pino ha perso le parole sinnos
TRAMA: Tra gli alberi del bosco vive un folletto timido e solitario di nome Pino. Non parla mai con nessuno. Tutto ciò che fa con la sua voce è canticchiare un ritornello... ma solo se è sicuro di non essere ascoltato.
Quando arriva l'inverno ad imbiancare il bosco, un po' infreddolito Pino si mette a cantare come sua abitudine. Benché abbia la bocca spalancata, da questa non esce più alcun suono!
Passano le stagioni e, nel suo silenzio, il piccolo folletto si mette in ascolto dei suoni prodotti dagli altri abitanti del bosco.
Supino sull'erba, con gli occhi chiusi, gioca a indovinare a chi appartiene il verso udito. Ed ecco il ronzare della mosca, il gracchiare del corvo, il sibilare del serpente e il rugliare dell'...ORSO! Pino si accorge che quel grosso animale si trova lì sopra di lui. 

08/08/17

Le vostre domande: "Come posso gestire questi comportamenti del mio duenne?"

Immagine tratta da "Tutto Mamma"
Buongiorno,
sono di nuovo qui a chiedere consigli per l’educazione del mio piccolo.
Ora ha quasi 2 anni, è un bimbo molto socievole, chiacchierone e simpatico, ma con me e il suo babbo è più difficile da gestire... Probabilmente si sente “in diritto” di poter fare qualche bizza in più perché è con noi che lo amiamo incondizionatamente e quindi sente che può sfogare il suo nervoso e la stanchezza della giornata... Però un po’ mi preoccupa.
Ti racconto la sua giornata, i suoi capricci e poi cos’è che mi fa preoccupare.