19/08/16

"Lindo Porcello" e gli altri Bohemini di Éric Battut, Bohem Press, 2010

TRAMALindo Porcello è un simpatico maialino tutto rosa che ha appena fatto il bagnetto. Quanto tempo sarà in grado di rimanere così pulito e profumato? Di certo non a lungo! 
Dopo aver mangiato una golosa fetta di torta la sua faccia è già ricoperta di cioccolato. Inoltre ha una vera predilezione per le attività più sporchevoli che ci siano: la pittura, il castello di sabbia, le corse in bicicletta sui terreni fangosi... In men che non si dica è di nuovo tutto sporco e inzaccherato. 
Ma che importa! Può fare un altro bagno, spruzzarsi ancora un po' di profumo ed essere nuovamente pronto per giocare e soprattutto per... imbrattarsi ancora!

12/08/16

"Mi vorrai sempre bene, mamma?", A. Desbordes, P. Martin, La Margherita Edizioni, 2016

Mi vorrai sempre bene, mamma?TRAMA: E' l'ora della nanna, il piccolo Ettore è già nel suo lettino quando rivolge alla sua mamma una profonda domanda: "Mi vorrai sempre bene?".
E' evidente che non è ancora giunto il momento di spegnere la luce e la mamma, seduta accanto al letto del figlio, inizia a raccontargli qualcosa sul sentimento che prova nei suoi riguardi.
Ascoltando le sue dolci parole, Ettore scopre quante sfumature esistono nell'affetto materno. L'amore della mamma è sempre presente anche nei momenti difficili e faticosi. Un sentimento incondizionato che non smette di esserci nemmeno nelle situazioni più improbabili o quando non è manifestato da gesti ed espressioni.
Un amore così grande che esiste per il solo fatto di essere il suo bambino ma anche così generoso da riuscire ad accettare il fatto che, quel suo bambino, non gli appartiene.

31/07/16

"Arriva la mamma!", K. Banks, T. Bogacki, EDT-Giralangolo, 2016

arriva la mamma
TRAMA: L'orologio alla parete segna le sei, il papà corre giù dalle scale per rispondere al telefono. Nel frattempo la mamma si trova in città, chiude la serranda del negozio di animali e si avvia verso casa.
Il papà si sta occupando della cena. La mamma, invece, sta lasciando alle sue spalle il caos metropolitano.
I loro bambini giocano insieme in attesa di sedersi a tavola. Ancora lontana, la mamma scende le scale per raggiungere l'affollata stazione.
La pizza prende forma, il cane litiga con il gatto, il papà rimprovera i bambini. Finalmente il treno è partito, la mamma sta tornando a casa.
Il papà è occupato in mille faccende. La mamma si fa strada fra la gente per scendere dal treno. Deve fare in fretta perché sta iniziando a piovere.

30/07/16

Le vostre domande: "Come posso aiutare il mio bambino ad essere più socievole?"

bambino socievole
Immagine tratta da Places aux jeunes en région
✎ Buongiorno a tutti,
innazitutto complimenti per il vostro utilissimo sito, per le info e i suggerimenti che fornite di grande supporto e conforto per noi mamme e papà.
Il mio bimbo ha 20 mesi e noto che non solo non ha alcun interesse per gli altri bambini, ma al momento ne sembra quasi infastidito: al parco giochi, ad esempio, se può evita i giochi in cui ci sono altri bimbi, continuando a giocare solo e irritandosi anche solo se viene scontrato.
La cosa inizia un po' a preoccuparmi e vorrei capire come gestire al meglio questa delicata fase della socializzazione, se e come spingerlo verso gli altri bimbi.

21/07/16

"Il grande libro delle piccole cose", K. Haring, Mondadori, 2007

Il grande libro delle piccole cose keith haring vita zero tre
«Ricordati che, molto spesso, le cose piccole sono le cose più belle di tutte.» (Keith Haring, 1988)


Fermi tutti, abbiamo tra le mani un libro davvero fuori da ogni schema. Una sorta di diario - semi guidato - nel quale i bambini possono raccogliere, collezionare, conservare ma anche... pensare, creare, inventare, disegnare e pure... appiccicare, riempire, e... succederà, eccome se succederà... rovinar... ehm... personalizzare!
Questo particolarissimo albo è lo spazio dove trovano rifugio le piccole cose, cioè tutti quei materiali di cui tanto sono ghiotte le tasche dei bambini.
Il grande libro delle piccole cose è appunto un grande libro, realizzato nel 1988 da un grande artista, Keith Haring, per Nina, la figlia allora settenne del pittore italiano Francesco Clemente. Non passa molto tempo e, il progetto-gioco del maestro dell'arte stilizzata, viene stampato per raggiungere le laboriose mani dei bambini di tutto il mondo.

05/07/16

Le vostre domande: "Mio figlio piange quando mi allontano. Sono una buona mamma?"

ansia da separazione www.vitazerotre.com
Immagine tratta da Alvinet.com
✎ Mi rivolgo di nuovo a voi, che siete state in altra occasione di profondo supporto, per porvi una questione che ho fortemente a cuore. 
Abbiamo un bimbo di quasi 10 mesi, dalla risata contagiosa e sempre aperto al sorriso, verso chiunque, tanto da attirare l'attenzione su di sé quando siamo in giro e da portare molti a chiederci se sia sempre così gioioso. É curioso, sveglio, vivace. Allattato in maniera esclusiva al seno, abituato alla vicinanza fisica. Ora mi chiedo se io sia una "buona madre"...