“Chi me l’ha fatta in testa?”, W. Holzwarth e W. Erlbruch, Salani editore, 2008

chi me l'ha fatta in testa, holzwart, erlbruch

TRAMA: Stava uscendo dalla sua tana quando, una piccola Talpa si trova a fare i conti con lo strano cappello piombatole proprio in quel momento sulla testa. 
Per scovare l’artefice di tal dispetto, inizia a interrogare gli altri animali. 

Questi sostengono la loro innocenza mostrando le loro cacche. 
La Talpa scopre che ognuno fa la popò a modo suo e che sono tutte così diverse da quella che lei porta sulla testa.
Non le resta che rivolgersi alle mosche, note esperte in materia. Gli insetti, interpellati nella missione, riconoscono che la cacca che porta a mo’ di turbante è quella di un cane.
Ora, finalmente, la Talpa può ripagare Gian Maria, il cane del macellaio, con la stessa moneta!


Chi me l’ha fatta in testa è un simpatico libro che tratta in maniera davvero originale un argomento che diverte e incuriosisce i bambini.

Questa storia è spesso protagonista delle letture ad alta voce proposte ai bambini che stanno vivendo la fase del contenimento sfinterico e stanno pian piano scoprendo ciò che producono nel pannolino o sul vasino.

La trama ruota intorno a una sorta d’indagine intrapresa da una talpa che si trova, suo malgrado, a fare l’investigatrice.

Una sottile ironia accompagna e diverte il lettore durante le scoperte fatte dal miope animale.

La talpa, protagonista del racconto, è rappresentata in modo buffo ed espressivo. Pagina dopo pagina, la troviamo arrabbiata, disgustata, incuriosita, stupita, sollevata, soddisfatta… Le illustrazioni rendono sicuramente giustizia alla mimica e alle emozioni.

 

chi me l'ha fatta in testa

Oltre a ciò, durante l’itinerario esplorativo della protagonista beffata, i piccoli lettori assistono a una vera e propria lezione di biologia su una particolare diversità, propria di ogni specie.
La varietà degli animali, dunque, oltre a riguardare le caratteristiche esteriori e il loro singolare verso, comprende anche l’aspetto, così diverso, delle loro feci.

 

chi me l'ha fatta in testa

Dialoghi scorrevoli, battute dirette, uso di onomatopee e illustrazioni espressive arricchiscono la lettura di questa storia.

Ogni cacca è descritta attraverso il rumore che fa cadendo sul terreno, suggerendone così dimensione e consistenza: dal “pit pit pit” del coniglio al “papataff” della mucca.

chi me l'ha fatta in testa

 

chi me l'ha fatta in testa

Del libro esiste anche la versione “pop-up” e tascabile.

 

 
 
E. L. 
 
 
Photo Credits: web
 

 

Related Post

“Che brutte abitudini,...

Pierino vorrebbe fare tutte quelle cose che non piacciono ai grandi.  Mangiare con il...

“Pappamolla”, S....

Il coniglietto Simone ha fabbricato un razzo altissimo quando all'improvviso la sua...

“Il ciuccio di...

TRAMA: Ogni bambino che usa il ciuccio si trova, prima o poi, ad affrontare la richiesta...

“Caccapupù”, S....

TRAMA: Il piccolo coniglio Simone sa dire solo la parola “Caccapupù” e con...

“Papà!”, P....

TRAMA: “Papà, papà, c’è un mostro nel mio letto!” – grida il...

“Piccolo Blu e piccolo...

Sareste in grado di raccontare, con poche macchie di colore, la storia di...

Leave a Comments