Recents

06/06/12

"Oh, che uovo!", E. Battut, Bohem, 2005

oh che uovo, battut
TRAMA: In un piccolo nido riposano tre uova diverse fra loro. Una è nera, la seconda è bianca e la terza, invece, ha il guscio macchiato. 
Le prime uova a schiudersi sono la nera e la bianca. 
Gli uccellini, appena nati, osservano l'uovo con le macchie, ancora chiuso. Non gli piace proprio, pensano i due. Così, per dispetto, lo buttano giù dal nido. 
Malauguratamente cadono anche loro, finendo nello stagno dove, i due uccellini si accorgono di non saper nuotare. 
Fortunatamente l'ovetto a macchie giunge in soccorso dei suoi fratellini e, dopo varie peripezie e ostacoli, li riporta in salvo nel nido di mamma e papà.
L'uccellino bianco e quello nero sono pentiti di aver inizialmente cacciato via il loro fratellino e sono ora felici di essere tutti insieme. 





Una storia dall'intreccio davvero semplice e adatto ad introdurre ai lettori più piccoli, l'ampio e complesso tema della diversità e della tolleranza
Attraverso l'avventura dei tre uccellini i bambini sono testimoni di come il pregiudizio possa creare danni e come il  giudicare dalle apparenze rappresenti un ostacolo per la conoscenza profonda dell'altro. 

Un racconto che sostiene il pensiero educativo interculturale,  fondamentale per creare le basi di una società sempre più capace di considerare le diversità quale valore aggiunto. 

I due uccellini "normali" comprendono a loro spese come sia sbagliato volersi disfare di qualcuno solo perché strano e diverso.


Oh, che uovo!

Oh, che uovo!

Oh, che uovo!




E. L. 




Photo Credits: web

opac


"Oh, che uovo!" e altri libri delle stesso autore:

4 commenti:

  1. Non posso non commentare questo post! In biblioteca ci hanno regalato questo libro nel kit nati per leggere e da quando la piccola aveva 2 mesi (scarsi) è letto e riletto praticamente tutti i giorni (e alcune notti per addormentarsi) è bellissimo!!!!!!!!!! Ci piace così tanto che l'uovo che conteneva la sorpresa dell' uovo di Pasqua ( stranamente a forma di uovo uovo ) giace nell'armadio delle decorazioni della mamma in attesa di diventare l'uovo della storia!!! Inoltre è bellissimo vedere il rispetto con cui lo tratta la piccola ( 8 mesi) come qualcosa di "prezioso"... e lo fa con tutti i libri ... è quasi una magia...
    Grazie per i tuoi libri sono bellissimi suggerimenti e spunti da "reperire" ... in biblioteca!!!!
    Grazie Barbara e Rebecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il bellissimo commento e per aver condiviso la vostra esperienza di lettura in tenera etá! Immagino che Rebecca faccia un gran sorriso al solo vedere la copertina del libro! Si divertirá molto quando le racconterai la storia attraverso alcuni oggetti. Magari puoi usare un piccolo cestino in vimini o paglia per rappresentare il nido :)

      Elimina
    2. Mi stavo giusto interrogando sul nido... grazie !
      Barbara

      Elimina
    3. Per rappresentare le piccole uova si potrebbero in alternativa usare gli ovetti in legno per riparare i calzini!

      Elimina

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...