“Tararì tararera…”, E. Bussolati, Carthusia, 2009

Tararì tararera..

… Storia in lingua Piripù per il piacere di raccontare storie ai Piripù Bibi.

 

TRAMA: Tararì tararera, il piccolo Piripù Bibi fa i capricci e si allontana da casa, addentrandosi nella giungla.
Nascosto dietro un cespuglio vede un piccolo Bubolo (un ghepardo, in lingua Piripù). La scimmietta dispettosa si prende gioco di lui facendolo inciampare con una liana. Ma c’è poco da ridere, ecco spuntare la sua feroce mamma. Piripù Bibi scappa via veloce ignaro dei pericoli della giungla. Per fortuna un grosso elefante si prende cura di lui e lo aiuta a ritrovare la sua famiglia.



Imparare a parlare è un processo spontaneo per i bambini. Giocare con il linguaggio è un’opportunità che noi adulti possiamo incoraggiare fin dall’inizio di questa importante conquista che avviene durante l’età evolutiva.

 

 

 

Leggere un libro in lingua Piripù, un divertente idioma inventato dall’autrice, è un’occasione per raccontare una storia ricca di onomatopee, tonalità ed espressioni.

I suoni del libro sono inizialmente strani e buffi,  poi diventano sempre più familiari.
La narrazione coinvolge chi la racconta e chi l’ascolta. Si crea un’atmosfera complice e divertente,  si vive la magia della lettura.

Per prendere confidenza con le parole e rendere fluida la narrazione questo libro va letto e riletto in solitaria prima di proporlo ai bambini.

La lettura si anima se si pone attenzione agli accenti, alla punteggiatura, alla diversificazione delle parole scritte in piccolo da quelle che presentano un carattere maggiore, alla lunghezza dei toni, alle pause, ai sorrisi, ai pianti…

Il testo offre davvero molti suggerimenti alla lettura e ispira percorsi sempre nuovi. Se si è pronti a coglierli ne uscirà fuori una storia comprensibile e giocosa. Vi accorgerete, un po’ stupiti, di saper leggere in Piripù.

Il libro è vincitore del Super Premio Andersen 2010 – Libro dell’anno.

tararì tararera

 

Tararì tararera..

 

 

E.L. 
 
 

 

Photo Credits: web

badabùm, Bussolati

 

 

Related Post

“Che brutte abitudini,...

Pierino vorrebbe fare tutte quelle cose che non piacciono ai grandi.  Mangiare con il...

“Pappamolla”, S....

Il coniglietto Simone ha fabbricato un razzo altissimo quando all'improvviso la sua...

“Il ciuccio di...

TRAMA: Ogni bambino che usa il ciuccio si trova, prima o poi, ad affrontare la richiesta...

“Caccapupù”, S....

TRAMA: Il piccolo coniglio Simone sa dire solo la parola “Caccapupù” e con...

“Papà!”, P....

TRAMA: “Papà, papà, c’è un mostro nel mio letto!” – grida il...

“Chi me l’ha...

TRAMA: Stava uscendo dalla sua tana quando, una piccola Talpa si trova a fare i conti...

Leave a Comments