Recents

07/01/13

Dall'esplorazione al gioco di scoperta: Il GIOCO EURISTICO

gioco euristico con gli oggetti
Immagine tratta dal sito dell'asilo Barleymont
Vi ricordate del "Cestino dei tesori" (v. art.), il gioco proposto nel primo anno di vita? (E. Goldschmied, 1996).
Ora il vostro bambino/a è cresciuto/a e, felice delle sue nuove conquiste motorie (gattona, si alza in piedi, cammina) non è più interessato ad esplorare gli oggetti dell'ormai familiare cestino, standosene lì seduto buono buono. Ha ora bisogno di fare nuove scoperte.



Il periodo che va tra i 12 e i 20 mesi è caratterizzato da un forte interesse riguardo "la fisica" degli oggetti, dal momento che lo scopo di qualunque gioco sembra esser quello di seminare pezzetti in giro o di gettare qualunque cosa in direzione del pavimento!




E' prematuro in quest'epoca proporre i cosiddetti giochi strutturati come puzzle, incastri, torri, ecc., poiché i piccoli non sono ancora in grado o interessati a risolverli. Se lo desideriamo, possiamo comunque mettere questi giochi a disposizione lasciando che sia il bambino a costruire associazioni libere fra le varie componenti.
Abbiamo ora a che fare con un fanciullo/a che, se da un lato ha ancora una forte esigenza di conoscere gli oggetti che lo circondano, dall'altro, vuole capire come questi si comportano se sono messi in relazione tra di loro e nello spazio. Apparentemente a piccoli passi, familiarizza con tutte queste "strane cose".
Per questo motivo, tra il primo e il secondo anno di vita, il bambino/a lancia di continuo gli oggetti per aria piuttosto che prestare attenzione verso una particolare attività ed è lontano dal realizzare la quiete tanto auspicata da noi grandi.

Tra le proposte di gioco adatte ai piccoli tra il primo e il secondo anno di vita, capaci di spostarsi ma che ancora non effettuano il "gioco simbolico" (fare finta di), ve n'è una da tempo collaudata nei nidi d'infanzia, ideata anch'essa dall'autrice del cestino, E. Goldschmied, in collaborazione con numerosi nidi europei, Italia compresa. Si tratta del Gioco di scoperta con gli oggetti (o gioco euristico), il naturale proseguimento del gioco del Cestino dei tesori.



Anche in questo caso viene utilizzato del materiale "povero", di recupero, probabilmente presente nelle nostre case.
Durante il Gioco Euristico i bambini hanno l'opportunità di effettuare importanti scoperte, all'interno di uno spazio che permette loro di soffermarsi e concentrarsi sugli oggetti che desiderano.

Riporto la lista degli oggetti suggeriti dall'autrice del gioco (e alcuni da me aggiunti), ricordando che attraverso la conoscenza e l'osservazione degli interessi del proprio bambino, o gruppo di bambini, le abitudini familiari e lo stile dell'ambiente domestico, questo elenco può essere piacevolmente personalizzato. L'unica raccomandazione rimane quella di selezionare solo oggetti sicuri e non deteriorati e di effettuare una continua manutenzione e sostituzione di quelli rovinati.



La lista del materiale per il Gioco Euristico con gli oggetti

gioco euristico con gli oggetti
  • Pon pon di lana, non troppo grossi, nei colori primari;
  • Sacchettini e scatole;
  • Cilindri di cartone di tutti i tipi;
  • Nastri di velluto, seta e pizzo;
  • Scarti in legno del falegname opportunamente lisciati;
  • Chiavi vecchie, legate insieme in piccoli mazzi;
  • Coperchi di barattoli in metallo;
  • Conchiglie o gusci di lumache;
  • Noci grosse;
  • Tappi di bottiglie;
  • Pigne;
  • Barattoli e contenitori di tutte le misure;
  • Anelli per tende, di legno e metallo;
  • Mollette in legno per il bucato;
  • Bigodini di diversi diametri, vuoti all'interno;
  • Palline da ping pong;
  • Tappi di sughero grandi e piccoli;
  • Fermaporta di gomma;
  • Varie lunghezze di catene, fini e di media grossezza;
  • Grandi ossi buco;
  • Alla lista aggiungo:
  • Tubi in gomma, lunghi circa 10/15 cm;
  • Bigiotteria in legno o stoffa;
  • Oggetti in lana cotta (fiori, borsellini, sacchetti, palline, ecc.);
  • Ciotole di diverse dimensioni.




Come organizzare il Gioco Euristico

- Raccogliere almeno 15 diverse categorie di materiale e un buon numero di esemplari per ogni tipologia selezionata (il gioco è reso più interessante se i bambini possono disporre dello stesso tipo di oggetto ma di diverse dimensioni e colori).

- Scegliere uno spazio, il più possibile sgombro di giochi e altre distrazioni, dove stendere sul pavimento un grosso tappeto che servirà per delineare l'area del gioco e per attenuare i rumori degli oggetti che battono a terra.

- Distribuire, all'interno del tappeto, le serie di oggetti. Sistemare anche alcuni contenitori e scatole di diverse dimensioni (almeno 3 per bambino). Sono da preferire le scatole di metallo alle ceste e alle scatole di cartone. Fare in modo che l'allestimento sia attraente e comodo per il bambino/a cercando di immaginare il suo punto di vista.

- Accompagnare il bambino/a (piccolo gruppo di bambini) nello spazio per l'euristico e lasciare che si muova in autonomia tra gli oggetti che abbiamo preparato per lui/lei. I bambini iniziano a giocare scegliendo gli oggetti che desiderano e effettuando combinazioni libere. Alcune attività che potrebbero compiere sono, ad esempio: afferrare una catenella, farla ondeggiare e infilarla dentro un barattolo; scuotere il barattolo producendo un rumore; mettere un tappo alla volta dentro un contenitore (qui inizia la capacità di selezionare oggetti simili); provare ad infilare il bigodino grande in quello piccolo, poi quello piccolo in quello della stessa misura e, con successo, uno piccolo in quello grande, mettersi  alcuni nastri di raso sulla testa, creare una fila di oggetti, e così via.

- Durante il gioco, l'adulto diventa una presenza attenta ma non interferisce nell'attività del piccolo/a. Quindi non suggerisce quali oggetti scegliere e cosa farne, non interviene per correggere l'azione del bambino (ad esempio quando cerca di mettere un oggetto più grande in uno più piccolo), non obbliga il bambino a giocare se non ne ha voglia (bisognerà cercare di capire il motivo del suo disinteresse). In genere i bambini si interessano spontaneamente al gioco euristico e iniziano a giocare in autonomia. Prima di iniziare il gioco può succedere che esitino in attesa dell'incoraggiamento dell'adulto. E' sufficiente rispondere con un sorriso e pronunciare brevi frasi rassicuranti per incoraggiare il bambino a fare queste nuove scoperte. L'intervento è invece richiesto nei casi in cui il bambino/a ha un comportamento inadeguato: se, ad esempio, lancia gli oggetti addosso ad un suo compagno/a.

- Quando decidiamo che è arrivato il momento di mettere via (generalmente dopo circa 30 minuti i piccoli smettono di giocare), chiediamo ai bambini di collaborare nel riordino. Anche quest'attività è parte del gioco, perciò bisogna dedicarle il giusto tempo, evitando di farsi cogliere dalla fretta. Ciascuna categoria di oggetti andrà riposta dentro l'apposita sacca di tessuto (è utile appendere un esemplare all'esterno di ogni sacca così che i bambini possano facilmente riconoscerne il contenuto).



E. L.

Photo Credits: vitazerotre.com (tutti i diritti riservati)





5 commenti:

  1. Grazie per i preziosi spunti di gioco!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il commento lasciato! Continua a seguirci :)

      Elimina
  2. Stasera pioveva.. panico! Che gli faccio fare? E così ho improvvisato il gioco euristico... ma mi ha risolto poco.. si è "concentrato" per 5 minuti... poi è ripartito con un oggetto in mano trascinandolo per casa a gattoni... spronandolo a tornare a giocare ci è stato un altro po' ma a sessioni di 5 minuti per volta...

    RispondiElimina
  3. Stasera pioveva.. panico! Che gli faccio fare? E così ho improvvisato il gioco euristico... ma mi ha risolto poco.. si è "concentrato" per 5 minuti... poi è ripartito con un oggetto in mano trascinandolo per casa a gattoni... spronandolo a tornare a giocare ci è stato un altro po' ma a sessioni di 5 minuti per volta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non importa, magari prova a proporglielo in un secondo momento. Ricordati di preparare il gioco in un angolo tranquillo e il più possibile privo da altre distrazioni (se ti è possibile sposta/nascondi gli altri giochi o oggetti). Disponi le serie di materiali sopra un tappeto, ricordandoti di mettere anche alcuni contenitori come barattoli di metallo.

      Elimina

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...