Recents

14/03/13

Zero-Tre in Aeroplano!

volare con neonato

Quante prime esperienze vivono i bambini piccoli! Una di queste è probabilmente il loro primo viaggio in aereo.
Ma il battesimo del volo può diventare un episodio stressante se mancano le informazioni necessarie e non si tiene conto di alcuni banali contrattempi.
Prima di partire bisogna infatti informarsi su quali documenti di riconoscimento il minore è tenuto ad  esibire in aeroporto, quali dispositivi per l'infanzia (come carrozzina, passeggino, ovetto, ecc...) è possibile imbarcare gratuitamente e, infine, in che modo organizzare il bagaglio a mano per poter gestire le necessità del bambino che sopraggiungono in aereo.
I documenti dei piccoli viaggiatori...




Dal 26.06.2012 (regolamento CE n. 2252/2004) tutti devono viaggiare con un documento individuale, anche i neonati. Per i viaggi all'interno dell'Unione Europea è sufficiente la carta di identità, che viene rilasciata anche ai bambini appena nati con scadenza al 3° anno di vita.
Per richiedere la "prima" carta d'identità in Comune è necessaria la presenza di entrambi i genitori (o la delega con documento di riconoscimento del genitore mancante), 3 fototessere del bambino/a uguali e su fondo bianco e 5.42 € (rivolgersi all'ufficio anagrafe del proprio Comune di residenza).
Professione: LATTANTE.... anche se ha pochi mesi di vita, il suo documento di riconoscimento è identico al vostro!

In genere, se non ci sono particolari problemi di salute, i bambini possono viaggiare già a partire dalla 2°-3° settimana di vita. Data la varietà dei regolamenti e la loro repentina variabilità, riporto qui sotto i link alle pagine dedicate ai piccoli viaggiatori, di alcune note compagnie aeree. La maggior parte di queste consigliano comunque di rivolgersi al pediatra prima di prenotare il volo.


Per conservare il ricordo del primo viaggio in aereo del piccolino/a con tanto di data, indicazione della tratta e di firma del pilota, alcune compagnie rilasciano al viaggiatore neofita un certificato soprannominato il "battesimo del volo" (sul sito di Alitalia è possibile scaricare il modulo e portarlo con sé in aereo per l'ufficializzazione).

Sotto i 2 anni il costo del biglietto aereo è fisso per tratta e il bambino viaggia con o senza posto assegnato. Nel secondo caso starà in braccio con una speciale cintura di sicurezza che si aggancia a quella dell'adulto e che viene fornita dal personale di bordo all'ingresso dell'aereo. In genere, carrozzina o ovetto vengono consegnati al personale poco prima dell'imbarco anche senza registrazione, per essere messi in stiva.

Durante il viaggio...

Se si tratta di un bambino appena nato ciò che può preoccuparci è la sua possibile reazione in fase di decollo e di atterraggio. Io stessa patisco un po' la decompressione in volo e un bambino molto piccolo, non potendo comprendere ciò che accade, si potrebbe spaventare.
L'allattamento al seno è un vero toccasana anche in questo caso! Beato fra le braccia della mamma a bere il suo latte, le turbolenze passano proprio inosservate. In generale è comunque il movimento di suzione che aiuta il piccolo a non sentire la pressione, perciò i bimbi che non sono allattati al seno avranno a disposizione ciuccio o biberon.
In cima al bagaglio a mano, quindi facile da prendere in caso di bisogno, consiglio di mettere un cambio, un pannolino, le salviette umidificate e un asciugamano.

Il bagno dell'aereo è dotato di fasciatoio (di solito si trova sopra il water, chiuso come i tavolini dei sedili). L'asciugamano ci servirà per non appoggiare il bambino direttamente su questa tavola. Altrimenti ci troveremo ad allineare un mucchio di salviettine di carta (unico supporto disponibile nella toilette), che rimangono rigorosamente appiccicate sulla pelle del bambino facendoci sudare sette camice!
Se non avete con voi le salviette umidificate si possono inumidire le sopra citate salviette e utilizzarle per pulire il sederino.
Prima di gettare il pannolino sporco nel cestino dei rifiuti della toilette, chiedere al personale di volo. Se il sacchetto infatti non è ancora da sostituire, l'odore del pannolino starà lì per tutta la durata del viaggio.

Invito chi volesse condividere la propria esperienza, aggiungere informazioni e consigli a questo articolo, a lasciare un commento qui sotto.


E. L. 


Photo Credits: Ester Listì (tutti i diritti riservati)
Nessun commento:
Posta un commento

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...