Recents

23/04/13

Realizzare una bambola con una tutina per neonato

bambola con tutina neonato
Se avete conservato le tutine indossate dai vostri bambini appena nati, potete utilizzarle per realizzare un morbidissimo bambolotto.
Un modo utile per far rivivere i piccoli indumenti indossati per un tempo tanto breve e che, data la rapida crescita del neonato, restano praticamente nuovi.
Il laboratorio del bambolotto da noi soprannominato "Tino" s'ispira all'esperienza del nido "G. Rodari" di Corbetta (MI) descritta in "Mondo zero 3, la rivista per la prima infanzia", anno 9, n° 1, a pag. 12. Gli originali bambolotti "Carletto" e bambolotte "Carletta" furono confezionati dalle educatrici per ciascun bambino/a con la collaborazione dei genitori, i quali hanno procurato le tutine dismesse.









- TUTINA PRIMI MESI in ciniglia o cotone,
- OVATTA da imbottitura per cuscini
- Scampoli di STOFFA ROSA o color carne
- un GOMITOLO DI LANA per i capelli (a scelta tra marrone, nero, giallo, rosso, ecc.). In alternativa, un BERRETTINO PER NEONATI
- AGO  e FILO (o, in alternativa, colla per tessuti)
- Per decorare: toppe e bottoni.



COME REALIZZARE IL BAMBOLOTTO TINO:

LE MANI

bambola da tutina neonati

bambola da tutina neonati

Cucio le mani alle maniche, così da sigillare la tutina in ogni sua parte, prima di riempirla di ovatta.

IL CORPO

bambola da tutina neonati


LA TESTA

bambola da tutina neonati
A questo punto fisso anche la testa alla tutina, cucendola nel colletto e facendo attenzione a non lasciarla troppo ciondolante.
Tino e Claudio
Ecco Tino, grande quasi come un bambino vero!
bambola da tutina neonatiInfilo il berretto sulla testa (se invece si volessero creare i capelli con la lana bisogna metterli durante la cucitura dei due cerchi che formano la testa).
Con alcuni avanzi di stoffa creo la sagoma degli occhi e li attacco con la colla per stoffe e, utilizzando un pennarello indelebile, disegno le altre parti del viso. Aggiungo, infine, un paio di toppe nei punti in cui la tutina aveva qualche macchia.


bambolotto da tutina
Il bambolotto Ciccio di Nicla


PER UN PROGETTO EDUCATIVO NEI NIDI D'INFANZIA:

Il Laboratorio del Bambolotto Tino (o Tina) può essere inserito nella progettazione educativa delle strutture per l'infanzia e proposto ai genitori. La bambola può essere ad esempio confezionate durante il periodo di ambientamento dei loro bambini. 
Dopo i primi giorni di ambientamento, mentre il piccolo/a continua a familiarizzare con i nuovi spazi, la figura familiare che lo accompagna nell'esperienza viene invitate ad uscire gradualmente dalla sala. Accolti in una nuova stanza, i genitori hanno modo di condividere l'esperienza della separazione tra loro. Il gruppo educativo propone agli adulti di realizzare un "oggetto" (un cuscino, un fiore di stoffa, un pupazzo, ecc.) per il bambino/a in inserimento. Il bambino potrà tenere con sé il gioco confezionato da un suo familiare durante alcuni momenti "critici" come l'entrata, la nanna e il passaggio da una routine all'altra.







E. L.


Photo Credits: vitazerotre.com (tutti i diritti riservati)







7 commenti:

  1. Mi piace molto questa idea e mi sto preparando coi materiali per realizzarla.. voglio utilizzare una delle prime tutine del mio bimbo, in modo che rimanga per tutti un ricordo di quanto era piccolo alla nascita... credo che lo apprezzerà più da grande che ora.. ma gli terrà comunque compagnia anche ora da piccolo...
    Grazie per i preziosi spunti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Trovo che sia un modo originale per conservare il ricordo dell'infanzia. Se ti fa piacere puoi mandarci qualche foto del bambolotto che realizzerai, potrà servire come spunto per altre mamme!

      Elimina
  2. Ciao! Dopo un mese di lavoro durante il pisolino del mio nanetto, è con grande orgoglio che annuncio l'arrivo in famiglia di Ciccio!

    Mi dici come fare a pubblicare la foto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivi una mail a vitazerosei@gmail.com, sarà mia cura metterla in calce all'articolo e sui social del blog. Grazie infinite!

      Elimina
    2. Scrivi una mail a vitazerosei@gmail.com, sarà mia cura metterla in calce all'articolo e sui social del blog. Grazie infinite!

      Elimina
  3. ciao l'ho inviata la foto alla mail che mi hai detto ma mi è tornata indietro dicendo che l'indirizzo e-mail non esiste....

    RispondiElimina
  4. Arrivata! Bellissimo, lo condivido al più presto! ;)

    RispondiElimina

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...