Osservazione del gioco del “Cestino dei tesori” di E. Goldschmied

cestino dei tesori

Nell’articolo “Come preparare il cestino dei tesori“, parte 1parte 2, dedicato al gioco ideato dalla pedagogista E. Goldschmied per i bambini del primo anno di vita, ho illustrato come preparare l’attività ludica anche tra le mura domestiche e le relative finalità educative.

Nel secondo articolo potete trovare la lista degli oggetti suggeriti dalla Goldschmied e iniziare la vostra ricerca e raccolta del materiale (e se volete postare sulla pagina facebook del blog il vostro cestino (vai alla pagina facebook).
Non resta che mostrarvi un bambino (al 6° mese di vita) impegnato e concentrato nel gioco del “cestino dei tesori” ed inaugurare una novità del blog Vita a 0-3: Il canale Youtube!
Buona visione!

 

“Il gioco del Cestino dei tesori di E. Goldschmied, 
osservazione di un bambino di 6 mesi”

 

 

Related Post

Come gioca il bambino nel...

Il gioco è un’attività spontanea intrapresa dall’individuo fin dal momento della...

Come gioca il bambino nel...

Superato l’anno di età i bambini tendono ad abbandonare l’interesse verso i...

Come gioca il bambino nel...

Come crescono in fretta i bambini! Dal secondo al terzo anno di vita iniziano ad...

Come preparare il Cestino dei...

Il gioco del Cestino dei Tesori (E. Goldschmied, v. art. 0-1 Come si gioca?) è stato...

Come preparare il Cestino dei...

Avete letto la I parte dedicata al Cestino dei Tesori? Avete iniziato a raccogliere...

Giocare con le...

Il gioco proposto in questo articolo è l’equivalente “artigianale” dei...

2Comments

  • Serena Reggiani

    Bellissimo! Sono incredibili i bambini! Oggetti apparentemente banali e senza valore gli insegnano suoni, peso, consistenze… poi cresciamo e dimentichiamo che l'acqua, prima di essere acqua, era una cosa magica e meravigliosa, piena di potenzialità incredibili. E' strano, vero? Ma più impariamo e più porte si chiudono.
    Fantasy Jewellery

  • Vita a zero - tre

    Sono d'accordo con te! Le sovrastrutture ci allontanano dall'obiettivo. L'esplorazione pura agevola il pensiero creativo. "Noi non dobbiamo cessare di esplorare, e il fine di tutta la nostra esplorazione sarà quello di arrivare là dove cominciammo e di conoscere quel posto per la prima volta". (Thomas Stearns Eliot)

Leave a Comments