“Ninne nanne e filastrocche della tradizione italiana”, Franco Brera, ed. Red!, 2009

C’era una volta un re!

Probabilmente non esiste popolo al mondo che non abbia creato il proprio repertorio di ninne nanne e filastrocche.

Le prime sono da sempre un efficace metodo consolatorio, tranquillizzante e di abbandono al sonno.
Le seconde accompagnano abitualmente i piccoli durante i momenti di gioco, stimolando il movimento, il linguaggio e le emozioni.
Le filastrocche possono essere divertenti, ritmate, vivaci; oppure paurose, tetre e misteriose.
Proposte nel modo giusto, sono molto apprezzate dai bambini di ogni cultura e di ogni epoca.
Le Ninne e le filastrocche sostengono e impreziosiscono la relazione tra adulti e bambini e creano un contesto in cui entrambi possono riconoscersi quali parte di un legame condiviso e affettuoso.

È ormai noto come i bambini amino ascoltare semplici canzoni e ripeterne le parole e i gesti, imitando l’adulto.

Il libro Ninne nanne e filastrocche della tradizione italiana comprende una raccolta di 50 filastrocche e di 45 ninne nanne, tratte dalla tradizione popolare italiana, curata dal musicista Franco Brera.

Un testo sicuramente utile per chi si occupa di bambini, per chi è alla ricerca di spunti per l’animazione e per chi vuole ritrovare o ampliare il personale repertorio di canzoncine.
Il libro contiene un cd con 16 brani della durata totale di 51 minuti e 43.

UNO DUE TRE


Una volta c’era un re
si credeva intelligente
ma non sapeva quasi niente
e quando contava quel povero re
sapeva contare solo fino a tre.
C’era una volta un re
che mangiava più di te
che mangiava pane e cacio.
Adesso dammi un bacio! 
Photo Credits: Red! 

Lascia un commento!