Recents

05/03/15

Le vostre domande: "Come posso far dormire la mia bimba nel lettino anche di giorno?"

Allattamento, nanna
Immagine tratta da ehow.com
 Buongiorno! 
Innanzitutto vorrei farvi i complimenti per il vostro sito, e' molto interessante, pieno di stimoli e spunti per aiutare i piccoli in ogni momento della loro crescita. 
Sono venuta a conoscenza del vostro sito grazie ad un'amica che mi ha consigliato il cestino dei tesori e da li ho preso spunto per molte altre cose. 
La mia bimba ha 6 mesi e mezzo, e' molto vivace e curiosa. Non ho mai avuto particolari problemi.
Ha dimostrato da subito un forte attaccamento al mio seno, non solo per il latte ma anche come mezzo per tranquillizzarsi, coccolarsi ed addormentarsi. Di notte ciuccia, si addormenta e poi riesco a farla dormire nel lettino, si sveglia ogni 2/3 ore. Di giorno invece ciuccia e dorme solo in braccio, ogni tanto si risveglia e vuole la tetta, se non gliela do parte con un pianto inconsolabile. Avete qualche suggerimento? Come posso farla dormire nel lettino anche di giorno? 
Grazie mille e ancora tantissimi complimenti!


✎ Cara mamma,
innanzi tutto grazie per averci scritto!



Stai vivendo un momento bellissimo con la tua bimba nata pochi mesi fa, ma è sicuramente anche un periodo molto intenso durante il quale spesso vince la sensazione di non aver più spazio per se stessi.
Scrivi che la tua piccola ha 6 mesi e mezzo, immagino dunque che abbiate iniziato ad inserire alimenti solidi nella sua dieta.
Vedrai che, gradualmente, la curiosità verso il cibo e la soddisfazione data dalla scoperta di nuovi sapori allungherà il tempo tra una poppata e l'altra e la bimba sarà in grado di addormentarsi anche senza seno.
Ma non avere fretta! Vivi questo periodo con la massima serenità, convinta del fatto che stai mettendo importanti basi nella crescita della tua bambina. 

Siamo infatti ormai convinti che l'allattamento al seno sia vantaggioso sia per la salute psichica, oltreché fisica, del neonato.

All'inizio della vita il seno materno rappresenta per il bambino/a tutto il suo mondo e non riuscire a "governarlo" è per lui/lei motivo di angoscia e frustrazione (ad esempio quando l'attesa per l'allattamento diventa eccessivamente e ripetutamente prolungata).
Sperimentando alcune piccole frustrazioni, il bambino ha la possibilità di crescere e di comprendere la realtà, ma è importante che sia messo nella condizione di poterle sostenere a livello psichico. Dunque queste angosce devono essere contenute e seguite da una profonda rassicurazione.

A tal proposito ti consiglio di non accelerare i tempi ma, piuttosto, di accompagnare la tua bimba alla conquista di una graduale autonomia. Ad esempio: se si addormenta in braccio, portala delicatamente nel suo lettino e rimani un po' lì con lei, magari appoggiando una mano sul suo corpicino, o cantando una ninna a bassa voce (anche senza parole) in modo che senta la tua presenza e riesca così ad accettare questo passaggio. Se ti accorgi che è assonnata, puoi iniziare a cantarle la ninna nanna mentre sta ancora prendendo il latte.
Controlla se, durante la nanna diurna, la luce troppo forte disturba e interrompe il suo sonno, se è vestita in maniera adeguata (non eccessivamente) e se i rumori sono contenuti.

Tempo fa abbiamo scritto un articolo sull'allattamento materno dove potrai trovare, al fondo, un elenco di letture che approfondiscono l'argomento (→ vai al link)

A presto!
Nessun commento:
Posta un commento

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...