Recents

23/06/15

"L'acqua di Bumba", R. Piumini, M. Rabà, Interlinea (Le rane), 2015

L'acqua di Bumba
«Non proprio all'Equatore, un po' più su, / nell'Africa che cuoce al solleone, / c'era un villaggio, con una tribù / di trentasette o trentasei persone: / il numero preciso non si sa, / ma il nome sì, ed era Ihuallà. / In quelle terre, come tutti sanno / l'acqua è davvero scarsa, quasi assente, / e gli Ihuallà, per tutto quanto l'anno / mandavano le donne a una sorgente… C'era un bambino, Fra gli Ihuallà, / che si chiamava Bumba, piccolino… mentre le donne facevano un canto, / mise il suo vaso in testa, e con bravura / si unì alla lunga fila, tutto fiero»: così Roberto Piumini comincia a raccontare la storia dell'Acqua di Bumba. Con questo le "Rane" di Interlinea saltano assieme allo scrittore in favore della Tanzania pubblicando una storia sull'importanza dell'acqua e della generosità in cui parte del ricavato aiuterà a costruire un pozzo in Tanzania e a dare acqua e servizi a scuole e bambini grazie a un grande progetto Unicef. Un libro su uno degli elementi alla base dello slogan di Expo «Nutrire il pianeta. Energia per la vita».

Vi segnaliamo L'acqua di Bumba, una splendida novità della casa editrice Interlinea (collana "Le rane").



Una storia commovente sulla generosità di cui solo i bambini sono capaci. Una storia che insegna il valore dell’acqua.


TRAMA: Per la prima volta Bumba, con la giara piena in testa, porta l’acqua dalla fonte fino al villaggio. L’acqua è molto preziosa e Bumba, che non è molto forte e non vuole rovesciarla, cammina in fondo alla fila di donne e bambini attraverso la savana. Ad un certo punto incontra un vecchio nero nero, con un cane bianco, che gli chiede un po’ della sua acqua: Bumba non sa che fare, non lo sa, ma agisce d’istinto e…  (Interlinea, ufficio stampa).



Questo libro sostiene i programmi dell’Unicef:
Parte del ricavato va al progetto “Acqua e igiene nelle scuole” in Tanzania per forniture e installazioni di 1 pozzo e 2 cisterne da 20 metri cubi, 12 gabinetti separati e 2 lavabi per 60 scuole, compresa l’educazione all’igiene e la formazione per gli insegnanti locali (scheda sul sito www.unicef.it).















Nessun commento:
Posta un commento

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...