Pittura creativa con il contagocce

Trascinare una goccia di pappa con il dito

mettere in fila alcuni giocattoli, creare le forme sul vetro appannato, disegnare scarabocchi sulla carta.
Fin dai primi mesi i bambini esprimono la piacevolezza che provano nel lasciare il segno. A una loro azione corrisponde una reazione. Quel piccolo pezzo di mondo si colora e prende vita, diventa una creazione, qualcosa da vivere attivamente, qualcosa di modificabile.

Lasciare il segno

scarabocchiare, manipolare, colorare, dipingere e disegnare rappresentano, già dalla più tenera età, modalità espressive con una forte valenza educativa.

Il laboratorio di Pittura Creativa con il Contagocce

pensato per i bambini di 3/4 anni, richiama le prime attività di pittura spontanea del bambino, quelle relative al lasciare il segno, la traccia o la macchia.

Una parte dell’attività è dedicata alla scoperta e alla nascita dei colori.
Viviamo in un mondo fatto di colori, almeno per come lo percepiamo noi. Per i bambini questi rappresentano la modalità più immediata per descrivere gli oggetti della quotidianità e per compararli tra di loro.

La banana è gialla come la luna, io sono rosa, la neve è bianca

sono alcune delle possibili frasi pronunciate dai piccoli.
I colori hanno anche una forte valenza emotiva in quanto possono rappresentare stati d’animo e rievocare ricordi e sensazioni.
In questo laboratorio il bambino ha a disposizione i colori primari (rosso, giallo e blu) e può utilizzarli liberamente sul foglio.
A un certo punto l’adulto suggerisce: “Vuoi provare a mettere il blu sopra il rosso per vedere cosa succede?”
Il bambino sperimenta che i colori “assoluti”, cioè non generati da altri colori, si modificano quando vengono mescolati tra di loro. Ecco apparire i colori secondari:
rosso + blu = viola
rosso + giallo = arancione
giallo + blu = verde

MATERIALE OCCORRENTE

  • 1 vassoio spazioso
  • il contagocce
  • le tempere dei colori primari
  • 3 contenitori per mescolare la tempera con l’acqua
  • 1 bicchierino con dell’acqua per pulire il contagocce ad ogni cambio di colore
  • 1 piccola caraffa riempita d’acqua
  • 1 foglio di carta per acquerello (con una percentuale di cotone)
  • 1 bastoncino per girare la miscela

Dopo aver ricevuto le indicazioni, il bambino prepara i colori: mette la tempera nel contenitore, aggiunge l’acqua e mescola con un bastoncino.
Il colore deve risultare molto liquido (circa una parte di tempera e 4 di acqua) per cadere “a goccia” sul foglio.

Il contagocce è lo strumento utilizzato per dipingere

Questo attrezzo richiede che venga esercitata una certa pressione delle dita e una buona dose di concentrazione. Azioni che consentono al bambino di affinare il coordinamento oculo-manuale.

Photo Credits: vitazerotre.com

Accessori e tempere:


Lascia un commento!