Recents

29/03/16

"Biancaneve e i 77 nani", R. Barbanègre, D. Calì, EDT-Giralangolo (Sottosopra) 2016

biancaneve e i 77 nani
TRAMA: Come nella favola raccontata dai fratelli Grimm, ecco una spaventata Biancaneve che si avventura nel bosco per fuggire dalla strega malvagia.
Avvista una casetta e la raggiunge per chiedere rifugio. Non sa che questa è abitata da sette... macché! Da ben 77 - SETTANTASETTE - piccoli e colorati nani.
I nani sono di indole gentile e accolgono con piacere Biancaneve in casa loro. 
Avanzano una sola richiesta in cambio dell'ospitalità, quella di aiutarli nelle faccende domestiche.

La fanciulla non ci mette molto a rendersi conto che quella convivenza è tutt'altro che facile. Sebbene gentili e affettuosi, i nani sono molto esigenti nei suoi confronti. 



La principessa deve tenere a mente ogni singolo bizzarro nome, fare il bucato, spazzolare le loro barbe, leggere una favola della buona notte ciascuno, preparare 77 diverse colazioni, 77 fagotti del pranzo e, infine, accontentare ogni loro richiesta durante la cena. I nani hanno pretese individuali e simultanee!
Quando Biancaneve, esausta, prova a chiedere il loro aiuto, questi si defilano più veloci della luce.
Non ne può più, tutto il giorno a riordinare per quei nani che non hanno alcun rispetto: sporcano, mettono in disordine e fanno sempre un gran fracasso. Così Biancaneve decide di andarsene a gambe levate. 
A differenza della favola tradizionale, la strega cattiva non ha bisogno di ingegnarsi in camuffamenti per trovare Biancaneve. Quando le offre la mela avvelenata la giovane risponde con estremo entusiasmo. Anzi, gliene chiede due! Ha proprio bisogno di farsi una bella dormita.


Biancaneve e i 77 nani edt

Biancaneve e i 77 nani è una storia che lascia il sorriso sulle labbra.
Con molta probabilità le mamme, forse anche qualche papà, penseranno che il racconto sia rivolto più a loro che ai bambini. E' davvero difficile non immedesimarsi in questa nuova Biancaneve, coinvolta in situazioni non poi tanto lontane da quelle appartenenti alla quotidianità di molte donne.

Magari i figli sono soltanto uno, due o tre. Eppure si ha la sensazione di avere a che fare con ben settantasette nanetti! Non si finisce mai, c'è sempre qualcosa da fare, poi da rifare, da fare ancora e da fare nello stesso istante.
Biancaneve è impegnata a stendere i numerosi panni, ed ecco i nani che fanno baldoria accanto a lei. Una situazione tipica anche con i bambini, quando confondono e pasticciano ciò che stiamo cercando di mettere a posto.

Biancaneve e i 77 nani edt

Biancaneve e i 77 nani è una favola rivisitata in chiave moderna e ironica, con un messaggio importante. Non tutte le giovani fanciulle aspirano a trovare la loro felicità nel principe azzurro, ad "accasarsi" e a prendersi cura di tutto, tutti e mai di loro stesse.
"Il tempo di respirare due volte ed era già l'ora di cena".
Il "vissero felici e contenti" riacquista adesso un nuovo significato. Ad ogni individuo, uomo o donna, deve essere resa la possibilità di realizzare se stesso come meglio crede, rispettando l'altro e la propria libertà.

Per i bambini, Biancaneve e i 77 nani, è un racconto giocoso e davvero piacevole. Una storia che prende pieghe diverse e inaspettate ad ogni lettura. Un libro ben riuscito sotto vari aspetti:

1. Il piacere di ricordare. Se per molti è già stato complicato memorizzare i nomi dei classici 7 nani, adesso che ce ne sono 77 è praticamente impossibile!
Ma questi nuovi e stravaganti nomi offrono un divertente esercizio di memoria.
Se il bambino è disponibile ad ascoltare, il lettore ad alta voce può dedicare del tempo per leggere tutti quei buffi appellativi, magari alternando le voci e le espressioni.
Durante le successive letture può chiedere ai bambini: "Quale nome ricordate?".
E' sorprendente scoprire con quanta attenzione e interesse i piccoli lettori abbiano memorizzato alcuni di questi.

2. L'educazione visuale e artistica. Siamo davanti ad un albo illustrato decisamente colorato. L'autrice ci regala un uso sapiente ed equilibrato di toni e gradazioni. Sfogliare le pagine di questo libro è piacevole quanto trovarsi di fronte a una scatola ben fornita di Caran d'Ache. In effetti, quei 77 nani accostati l'uno all'altro si trasformano in una fantastica tavola cromatica.

3. Educare alla collaborazione, al rispetto degli altri e alla gratitudine è il messaggio che traspare dal racconto.

- "Ma guarda com'è stanca Biancaneve. Tu riusciresti a preparare tutte quelle colazioni contemporaneamente?"

E' molto probabile che a questa domanda i bambini rispondano di sì, pieni di entusiasmo. Esibiranno anche tanto di gesto che imita la preparazione di 77 piccole colazioni!
L'obiettivo rimane quello di aprire la strada al dialogo, alla conversazione gradita e partecipata,  all'immedesimazione:

- "Ma come sono birichini questi nani! Anche tu fai così?"
- "No, io non sono così birichino!"

Biancaneve e i 77 nani edt



E. L.

Photo Credits: edt.it





Gli imperdibili titoli della collana "Sottosopra" (EDT-Giralangolo):

         
Nessun commento:
Posta un commento

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...