Coloriamo le conchiglie del mare

L’estate, il sole, il mare, la spiaggia e le lunghe passeggiate a raccogliere conchiglie!

Ho gli occhi rivolti verso la battigia, intenta a cercare quelle più grosse e più belle, quando sento l’espressione entusiastica del mio accompagnatore tre-enne, un ricercatore alle prime armi: “Questa è grrrrrandissima!”
Alzo lo sguardo aspettandomi chissà che. Invece lo trovo sbandierare, tutto fiero, il guscio nerissimo di una cozza, ancora unito nelle sue due parti. Beh… che dire… non rientra proprio nel mio ideale di “conchiglie da raccogliere” seppure era la più grossa di tutte quelle che avevamo trovato fino a quel momento.
Terminata la ricerca, provvediamo a risciacquare il nostro bottino per ripulirlo dalla sabbia.
Che strano però! Le conchiglie apparivano più belle quando erano sulla riva. Adesso che si trovavano nel nostro secchiello, con tutto il rispetto per Madre Natura, sembravano piatte e spente. Nulla di speciale insomma. Cosa potevamo farcene?

Pensa e ripensa… Ma certo! Possiamo COLORARLE!!!

Prendiamo i pastelli a cera dal borsone. Ebbene si, siamo capaci di dimenticare fazzoletti, documenti e merendina ma mai e poi mai ci capiterà di uscire di casa senza libri, fogli di carta e colori. Metti che ci viene un improvviso… attacco d’arte? (per dirlo alla Muciaccia).
Spargiamo le conchiglie sul telo che ha i colori del mare e iniziamo a colorarle, o meglio, a “strofinare” i pastelli a cera sui gusci.
Che meraviglia! La sensazione sotto le dita è la stessa data dal frottage, anche se non c’è nessun ricalco di forme sopra il foglio. Il pigmento dei pastelli aderisce sulle conchiglie, soprattutto sui gusci maggiormente ruvidi. La colorazione richiede una certa precisione. La conchiglia deve essere ben salda tra indice e pollice oppure sopra il palmo della mano. Il pastello va usato con la giusta pressione. Un’ottima attività per esercitare la motricità fine.
A poco a poco i nostri piccoli ritrovamenti riacquistano una nuova vita.

 

coloriamo le conchiglie del mare www.vitazerotre.com

 

La creatività vien creando, come si suol dire. Così ne coloriamo alcune utilizzando i colori dell’arcobaleno.

 

coloriamo le conchiglie del mare www.vitazerotre.com

 

Adesso sono così belle che vien voglia di conservarle. Si potrebbero mettere all’interno di contenitori trasparenti, oppure utilizzarle per decorare pannelli o cornici.



Photo Credits: vitazerotre.com (tutti i diritti riservati)

 

I pastelli che abbiamo utilizzato per colorare le conchiglie sono quelli uniti all’albo da colorare Alla ricerca di Nemo:

Related Post

Come gioca il bambino nel...

Il gioco è un’attività spontanea intrapresa dall’individuo fin dal momento della...

Come gioca il bambino nel...

Superato l’anno di età i bambini tendono ad abbandonare l’interesse verso i...

Come gioca il bambino nel...

Come crescono in fretta i bambini! Dal secondo al terzo anno di vita iniziano ad...

Come preparare il Cestino dei...

Il gioco del Cestino dei Tesori (E. Goldschmied, v. art. 0-1 Come si gioca?) è stato...

Come preparare il Cestino dei...

Avete letto la I parte dedicata al Cestino dei Tesori? Avete iniziato a raccogliere...

Giocare con le...

Il gioco proposto in questo articolo è l’equivalente “artigianale” dei...

2Comments

Leave a Comments