Recents

02/04/18

"Zazà e Leopoldo, le forme", J. Duquennoy, Il Castello, 2016

zazà e Leopoldo le forme il castello editore
TRAMA:  La zebra Zazà e il camaleonte Leopoldo giocano con i pennelli e i colori sullo sfondo bianco.
Hanno a disposizione molto spazio e i disegni che creano sono più grandi di loro.
Inizia uno e continua l'altro. A sorpresa, le linee tracciate si trasformano in oggetti o animali.
Su e giù, a destra e a sinistra, i due amici si muovono senza sosta per dipingere, completare, unire e sovrapporre linee e forme geometriche.
Di tanto in tanto rivelano al piccolo lettore fantastici e inaspettati soggetti.


Due petits copains sono i protagonisti di questa collana di cartonati dedicata ai primi apprendimenti di alcune nozioni semplici e fondamentali quali le forme, i colori, gli opposti e i numeri.


In particolare, ci siamo divertiti a leggere e disegnare con il libro dedicato a "Le forme".
Partiamo da qui... 

Nei primi approcci grafici il bambino traccia linee, punti, cerchi e, appunto, forme. Proprio durante le fasi della crescita, l'evoluzione dello scarabocchio rivela il vissuto del bambino così come viene elaborato nella sua immaginazione. Progressivamente il disegno è sempre più dettagliato e vicino alla realtà. Un cerchio diventa il viso, un rettangolo il corpo, una manciata di linee serve a rappresentare le mani, e via dicendo.

Durante la lettura del libro, le figure si formano passo dopo passo, pagina per pagina. Mentre ascolta e guarda le immagini, il bambino scopre, dialogando con l'adulto, come le forme geometriche possono avvicinarsi, spostarsi, ripetersi e diventare parti di disegni più complessi.
Le pagine bianche si alternano a quelle con riquadri trasparenti. Un trucco che consente la sovrapposizione delle figure e la costruzione del soggetto finale. Voltando pagina, infatti, il segno dipinto da Zazà si combina e si rovescia sopra quello di Leopoldo, completando i diversi soggetti proposti (robot, orsacchiotto, pesci e uccellini).

Il libro è un gioco visivo, un racconto interattivo dove i personaggi sembrano muoversi realmente per aiutare i piccoli a riconoscere le forme e scoprire come queste possono combinarsi tra loro.




zazà e Leopoldo le forme il castello editore

zazà e Leopoldo le forme il castello editore


L'immagine della zebra Zazà che dipinge dietro le pagine trasparenti - racconta l’autore in un video intervista - prende ispirazione da una scena del film di Henri-Georges Clouzot, "Il mistero Picasso" (1956), in cui si vede l'artista mentre realizza alcune opere dietro la trasparenza del vetro.
Il creatore di Zazà (Zazou nella versione originale), e del suo amico cangiante, è l'autore e illustratore francese Jacques Duquennoy, già da tempo impegnato nella scrittura e nell'illustrazione di storie e progetti vicini al linguaggio dei più piccoli.
Prima di Zazà, la Giraffa Camilla è stata la protagonista femminile di quasi una trentina di semplici e buffi racconti. Dopo questa, l'autore ha voluto realizzare un nuovo personaggio, questa volta maschile,  trasformando i puntini neri della prima nelle linee, ancora nere, del secondo.
Questa volta il protagonista è affiancato da un piccolo amico, il camaleonte Leopoldo, caratterizzato da una particolarità: il suo colore si modifica non soltanto in funzione dei luoghi e degli oggetti sui quali si appoggia, ma anche a seconda delle emozioni provate.

L'albo può servire come spunto per poi creare ulteriori possibilità grafiche. Dopo la lettura di questo breve racconto abbiamo provato a realizzare le forme geometriche e le figure osservate, muniti di pennelli e colori.





E. L.

Photo Credits: Il Castello editore






Nessun commento:
Posta un commento

I vostri commenti nutrono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...