“La paura è fatta di niente”, Rosa Tiziana Bruno, Antonio Boffa, ed. Mammeonline, 2010

“a grandi e piccoli per sciogliere insieme i nodi della paura” (R. T. Bruno)

Link al sito di Matilda editrice

Che emozione bizzarra è la paura. È utile fintanto che ci mette in guardia ma può attanagliare, impigliare, bloccare.
Con la paura addosso non si riesce a pensare con senno, riflettere e capire. La paura rende tutto così appannato. È un’emozione davvero nebulosa.
Sono giorni inaspettati e incerti questi dove “coronavirus” è diventata la parola maggiormente pronunciata. Talmente ripetuta che anche mio figlio di quattro anni mi ha detto: – Però adesso basta che dicono sempre Coronavirus.

I bambini, con le loro scuole chiuse, le feste di carnevale saltate e le città vuote, assorbono questo clima teso da noi adulti e hanno certo bisogno di rassicurazioni.

Se c’è qualcosa di epidemico è sicuramente la paura

La paura è fatta di niente

Parlare delle emozioni è sempre proficuo, i bambini hanno occasione di capire loro stessi (riconoscersi) e gli altri (riflettersi). La scrittrice e insegnante Rosa Tiziana Bruno descrive “la paura” in una dolce filastrocca raccontata nelle pagine di questo albo illustrato, pubblicato nel 2010.
La paura è fatta di niente è stato, in diverse scuole, strumento didattico all’interno dei progetti di educazione emotiva.

La paura è fatta di niente

Le suggestive illustrazioni di Antonio Boffa fanno da cornice al testo, cullandoci – come in un sogno – nelle tonalità della notte.

Nell’emergenza del Covid-19, l’editrice Donatella Caione, in accordo con gli autori, dona la versione pdf di questo splendido albo a coloro che desiderano leggerlo con i bambini per dire loro che, dopotutto, la paura è fatta di niente.

“Ieri durante il telegiornale mi sono imbattuta con molta emozione in un servizio sull’insegnante che a Codogno fa scuola a distanza, in questi giorni. Hanno ripreso un pezzetto della sua lezione e… stava leggendo una strofa da La paura è fatta di niente. D’accordo con l’autrice Tiziana Bruno e l’illustratore Antonio Boffa abbiamo deciso di rendere scaricabile il pdf del libro per genitori e insegnanti che vogliano utilizzarlo in questo momento.” (Donatella Caione)

Sul sito dell’editore è possibile scaricare il pdf del libro. (Una sola raccomandazione: attenersi all’uso consentito).

Link al sito di Matilda editrice

Lascia un commento!