“La piscina”, Ji Hyeon Lee, Orecchio acerbo, 2015

Un viaggio immaginario nelle profondità della piscina

TRAMA: Un ragazzo indossa cuffia e occhialini e si avvicina alla piscina. Non fa in tempo a entrare in acqua che sopraggiunge una folla di bagnanti munita di ciambelloni e gommoni. Le persone si tuffano avidamente, occupando ogni centimetro della superficie della vasca. Il ragazzo, intimidito, osserva la frastornante scena.

La piscina silent book

Mentre i bagnanti galleggiano come sardine in scatola, il ragazzo decide di tuffarsi, supera tutti e nuota verso il fondo della piscina. Incontra una ragazza che sicuramente ha avuto la sua stessa idea. Insieme scendono in profondità e scoprono che il fondo è in realtà un “fondale” abitato da insolite creature marine. Come due sommozzatori nuotano fra i pesci. Ce ne sono molti, alcuni hanno l’unicorno, altri le antenne e atri ancora hanno denti aguzzi.
In un istante lo stupore li sorprende, l’acqua si riempie di bolle e compare un’enorme balena bianca. Si guardano gli uni con l’altra in un secondo sigillato nell’eternità.
Lasciandosi i pesci alle spalle ritornano verso la superficie. La piscina si svuota, è l’ora di andar via, i due ragazzi si salutano con il sorriso di chi ha vissuto un’esperienza straordinaria.

La piscina silent book

Adoro le piccole stelle che brillano nel cielo notturno, i ciottoli che rotolano nei flussi e le foglie che danzano alle estremità dei rami. (J. H. L.)

Qualche giorno fa ho scritto un articolo dedicato al silent book La porta ed ero impaziente di parlarvi anche dell’altro libro della stessa autrice, La piscina.
È questo l’albo d’esordio di Ji Hyeon Lee, premiato con il ”Gold Metal of Original Art” dalla Society of Illustrators degli Stati Uniti e, in Italia, con il Premio Orbil dall’Associazione Librerie Indipendenti Ragazzi, come miglior libro illustrato.

La piscina silent book

Un libro incantevole

apprezzato dai lettori, che ci riporta alle piscine di città, in estate, superaffollate. Sorridiamo davanti alla corsa verso la conquista di un angolo di freschezza, tanto bramato durante i giorni di afa.

La piscina silent book
È un viaggio immaginario quello proposto dall’artista coreana. Un silent book che fa sorgere molte domande durante la lettura. Chi sono i due ragazzi? Cosa sono quelle strane creature marine? Cosa rappresenta la grande balena bianca? Il ragazzo entra davvero in acqua o sta sognando? Perché la ragazza si guarda indietro alla fine del libro?
C’è dunque una “storia invisibile” che l’autrice dà in mano al lettore. E ogni lettore pone le sue domande, cerca le sue risposte.

Speriamo che più adulti e bambini possano divertirsi insieme ai libri illustrati. (J. H. L.)

Photo Credits: Orecchio acerbo editore

Booktrailer

Lascia un commento!