Da alcune settimane i miei figli mi stanno chiedendo di poter far ritorno all’Acquario di Genova. Ci sono stati un’unica volta nel 2019 e, nonostante avessero solo 6 e 3 anni, lo ricordano come se fosse ieri. Per me, invece, era la terza visita all’acquario ligure. La prima, in era preistorica durante una gita scolastica, la seconda, in epoca medievale durante una vacanza con amici e la terza, l’ultima, proprio quella con Fabio e Claudio, in un fantastico periodo pre-covid.

Premessa

In realtà erano stati anche quelli anni piuttosto turbolenti. Nel 2019 ero reduce dalla separazione, mi stavo ormai completamente ricostruendo nella mia dimensione di genitore single ed ero fortemente determinata a non rinunciare ad opportunità come potevano essere i viaggi o le gite insieme ai bambini, anche a costo di partire da sola con loro. Così, abbiamo girato parecchio e costruito ricordi indelebili.

Quando mi capita d’incontrare altre donne separate e con figli, scopro di condividere con loro un medesimo vissuto della vita familiare post rottura. C’è un primo momento, quello in cui vorresti solamente poterti gettare sul divano a ingrassare mangiando chili di gelato e tonnellate di pop-corn (che poi tanto in quel periodo non metti un grammo nemmeno se ti sfondi di panini). Poi, arriva subito la fase in cui ti ricordi che sei madre e che non puoi permetterti di crogiolarti nel tuo dramma, perché i tuoi figli non devono abdicare alla spensieratezza della loro infanzia. Quindi ti dai una mossa e organizzi vacanze, gite in giornata e ogni sorta di altro diversivo.

Biglietti Dinamici - Acquario Genova

Arrivi in quei luoghi e sopraggiungono i primi colpi al cuore. Incroci famiglie che appaiano essere completamente dentro a quello schema che desideravi anche tu ma che, nella tua vita, si è completamente fottuto. Famiglie, quindi, con il papà, la mamma e i figlioletti tutti allegramente felici, proprio come insegnava la Mulino Bianco dei tempi andati. Allora soffri.

All’improvviso, magicamente, ti accorgi di non stare più così tanto male. Scopri anche che stai facendo più cose ora che sei da sola rispetto a quando eri in coppia. Non devi chiedere il permesso o il parere di nessuno, non è colpa tua se manca qualcosa (magari lo è ma non c’è chi ti punta il dito), non assorbi lo stress di un’altra persona e i tuoi figli ti mostrano quel genuino entusiasmo e si affidano a quel ritmo fluido dove, il loro parere, è preso sempre in considerazione. Trovate il vostro equilibrio ed è fantastico. Allora ti volti ad osservare nuovamente quelle famiglie. Non hai più il prosciutto sugli occhi, dunque, ne vedi anche le crepe. Noti una donna completamente in stress perché ha avuto l’onere di organizzare ogni cosa e non si sta godendo un bel niente. Osservi un uomo che continua a sbuffare perché vorrebbe essere al bar a bersi una birra e non si sta godendo un bel niente.

Non voglio essere drastica o troppo generalista. Ho incrociato anche famiglie “funzionanti” ed è proprio in questa fase che si diventa sinceramente felici per loro. Ora, però, torno a raccontarvi della nostra gita all’Acquario di Genova.

Trovi qui i prezzi dei biglietti per l’acquisto on line o in cassa

Programmando il ritorno all’Acquario di Genova

Mentre ripenso a quando poter ritornare all’Acquario di Genova, ritrovo le vecchie foto della gita del 2019. Avevamo trascorso, in aprile, alcuni giorni tra Loano e Pietra Ligure. Mi entusiasma poter andare al mare anche fuori dal periodo estivo. Le spiagge non sono ancora attrezzate per il turismo e la temperatura permette ai bambini di poter giocare sulla sabbia. Sembra di essere in una scuola del mare, nel pieno stile dell’outdoor education. Abbiamo mangiato fragole e focacce vicino alle onde, abbiamo incontrato alcuni amici e, prima di ritornare, abbiamo imboccato la strada verso Genova per raggiungere il Porto Antico, punto in cui si trova l’acquario.

Qui, abbiamo lasciato l’auto in uno dei parcheggi dell’acquario (trovi qui la piantina) ed era già arrivata l’ora di pranzo. Dunque, prima di raggiungere la biglietteria, ci siamo fermati in un bar che si trova di fronte al porto e che ha, alle pareti, alcune illustrazioni in stile Luzzati.

Con la pancia ormai piena, ci siamo diretti in biglietteria e siamo finalmente entrati all’acquario. Vivere l’incanto attraverso gli occhi dei bambini, ciò che esprimono quando si fermano davanti alle vasche, non ha davvero prezzo. Durante tutto il tragitto non ho fatto altro che raccogliere le loro frasi. Ancora oggi, a rileggerle, mi viene da sorridere.

Ci siamo fermati a “doppiare” una murena (o pulena, secondo Fabio), a scoprire che le razze, quando si girano, hanno davvero un’espressione comica, che il pesce sega taglia l’acqua, che le stelle marine sembrano nascondersi come fossero agenti speciali e che i pinguini volano nell’acqua.

Fabio: “gualdaaa volaaa!”

Claudio: “sta nuotando, non volando”

Oltre ad aver visto gli squali, i delfini, le meduse, gli amici di Nemo e ad aver giocato in una grossa struttura a forma di polipo; siamo arrivati nell’area denominata Blu Safari, dove, nella vasca tattile, è possibile accarezzare alcuni esemplari di razza. Ma Fabio proprio non si convinceva…

– Dai Fabio, accarezzala!

– No, questa no.

– Dai, questa accarezzala!

– No, quella no, non la voglio accalessale.

– Dai questa, la sogliola! Tocca questa!

– No, quella no oo!!

– Va beh, allora andiamo, sono passati tutti i pesci.

– Aspettaaaaa, devo accalessaleeee!!!

acquario di genova

Biglietti Dinamici - Acquario Genova

Per visitare tutto l’acquario ci abbiamo impiegato 3 ore esatte, siamo entrati alle 13.30 e usciti alle 16.30. Sicuramente ci siamo fermati parecchio davanti a ogni punto d’interesse. Non avevamo nessun passeggino, solo tanta acqua nello zaino. Certo, alla fine del percorso i bambini erano piuttosto cotti, hanno avuto giusto le forze per scegliere un gioco allo shop dell’acquario (sia mai). Dopo aver guardato ogni cosa, Fabio ha optato per i delfini da dipingere, Claudio, invece, per una grossa medusa di peluche.

É proprio arrivato il momento di ritornare…

Biglietti Dinamici - Acquario Genova

Acquario di Genova

Booking.com